News
Jan 1

Casate Italiane

 

Lo Studio Araldico Pasquini ha dato vita al progetto Casate Italiane, iniziativa collaterale a quella del Registro Araldico Italiano, di cui ne è un’estensione e che nasce dalla necessità di dar vita ad un repertorio completo sulle casate registrate sul RAI.

 

Una casata, sia essa antica o moderna, è un fenomeno alquanto complesso, nonchè espressione di una o più famiglie ad essa appartenenti.

 

Il RAI prende in esame soprattutto lo stemma o gli emblemi ad essi appartenenti, oltre all’albero genealogico che ne delinea la discendenza; ma nel caso di famiglie antiche molto spesso lo stemma veniva rappresentato su documenti o proprietà di famiglia, rappresentava possessi, feudi, alleanze, matrimoni, cariche e tutta una serie di fatti storici di rilievo, non solo per la famiglia, ma per un territorio più o meno vasto, se non per l’intera nazione.

 

Oltre ai titoli nobiliari o cavallereschi della casata, vengono presentati anche i feudi, le dimore, la storia, la genealogia, nonchè i sodalizi di cui facevano parte o di cui fanno parte oggi le casate.

 

Ma si prenderà in esame anche quello che può definirsi il “governo” ed i ruoli di una casata, nonchè i rapporti diplomatici che intrattiene.

 

Altro interessante fenomeno a cui si è pensato di dare risalto sono i brands, ovvero le attività commerciali legati ad una casata. Pensiamo a marchi come Trussardi, Zegna, Cucinelli, Armani, che tanto successo hanno nel mondo e che tanto promuovono il Made in Italy. Ma pensiamo anche ai brands delle antiche casate, come la Tenuta di Perano dei Frescobaldi, la Tenuta di Lilliano dei Ruspoli, il Castello di Bracciano degli Odescalchi, etc.

 

Quindi seguendo le vicende delle casate, ci sono sezioni che vengono aggiornate, come le news, gli eventi, le campagne, le sponsorizzazioni delle casate stesse.

 

Infine una finestra importante del sito è dedicata al retaggio delle casate, ovvero le loro proprietà, le collezioni, gli archivi, i reperti, i documenti, le tradizioni, le memorie, gli usi, i costumi e tutto quel patrimonio culturale e non che si è ereditato dai propri avi.

Il proposito del sito è sia di creare un archivio online del retaggio delle casate italiane, sia di favorire lo scambio culturale tra le stesse.

 

Possono iscriversi sul sito solo che hanno già l'elmblema registrato sul RAI e per gli iscritti c'è il servizio esclusivo della realizzazione del sito di famiglia.

 

L'indirizzo del sito è www.casateitaliane.it

Apr 17

Nascita del canale Youtube




 

Inaugurato il canale Youtube del Registro Araldico Italiano e dello Studio Araldico Pasquini, in cui saranno pubblicati tutti i videi inerenti al RAI ed allo studio.

 

Per il momento l'indirizzo è questo, ma appena si raggiungeranno le 25 iscrizioni il canale avrà un estensione personalizzata: 

https://www.youtube.com/channel/UC0BnpHVUnpitzZKKyXUQXWQ

 

Per restare aggiornati si consiglia di iscriversi al canale. 

 

Apr 17

Inserimento delle FAQ




Inserimento delle FAQ del RAI

 

Inserite le FAQ del RAI in cui vengono riportate e spiegate le domande più frequenti circa le registrazioni, la caratteristiche degli emblemi da registrare, i titoli e gli appellativi ed altro.

 

Chiunque abbia domande o curiosità può sottoporre le proprie richieste.

 

La pagina si trova all'indirizzo: http://www.registroaraldico.it/index.php/8-registro/741-faq

 

Jan 1

Pubblicazione della I edizione cartacea del Registro Araldico Italiano

 

Creato nel 2007, come archivio cartaceo e digitale, il Registro Araldico Italiano, in occasione delle prime 500 registrazioni, esce in versione cartacea.

 

La prima edizione cartacea del Registro Araldico Italiano comprende le registrazioni e gli alias inseriti prima del 18 giugno 2018, data della 500/a registrazione; gli alias si riferiscono a registrazioni dello stesso soggetto, che riportano dopo la numerazione l’avverbio numerale bis, ter, etc.

 

Si precisa che molte registrazioni non mostrano l’immagine dell’emblema registrato perchè non è stata concessa l’autorizzazione a pubblicarla, ma che compare lo stesso perchè si è ritenuto importante censirne almeno il blasone.

 

La prima edizione si compone di due volumi: il primo dedicato alle singole registrazioni che vanno dal n. 1 al n. 500, il secondo solo agli allegati delle varie registrazioni: statuti, foto di reperti, certificazioni, sentenze, etc.

 

Editore della prima edizione è Borè srl, che si sta curando anche del deposito legale dell'opera.

 

Per magiori informazioni visitate la seguente pagina:

http://www.registroaraldico.it/index.php/8-registro/728-i-edizione-cartacea-del-rai

 

Jan 1

Giornata internazionale dell'araldica

Il 10 giugno 2013 l'Associazione Internazionale degli Araldi Amatoriali ha istituito la giornata mondiale dell'araldica, il cui scopo è non solo di promuovere l'araldica, ma di celebrare per un giorno questa antica disciplina, in tutte le sue forme.
Indipendentemente dalla giurisdizione, dall'area geografica e dalle tradizioni di appartenenza, qualunque appassionato alla materia può contribuire con la propria iniziativa.

I risultati di queste iniziative saranno pubblicate ogni anno sulla pagina facebook dell'evento: https://www.facebook.com/celebrateheraldry

Lo stemma celebrativo dell'evento è: d'azzurro, alla quercia sradicata d'argento, attraversata da un leone sdraiato con la testa in maestà d'oro.

Il badge: su una collina erbosa un cavaliere in armatura, con una casacca di verde, doppiamente vaiata, reggente con la mano sinistra uno scudo d'azzurro, al leone rampante d'oro, e con la destra reggente una lancia da cui sventola la bandiera dello stemma.

Alias badge: su scudo rotondo d'azzurro, una quercia sradicata d'argento, con 8 scudi di varia foggia d'oro appesi sui rami, e uno scudo alla base dell'albero dello stesso, sopra il motto di nero su cartiglio d'argento recante la data 10 juni 1128.

Questa data è stata scelta, perchè questo giorno a Rouen fu creato cavaliere dal suo futuro suocero Enrico I Beauclerc, Goffredo Plantageneto.
Durante la cerimonia il Plantageneto usò lo stemma d'azzurro, a sei leoni d'oro e questo è riconosciuto da tutti gli araldi del mondo come il primo stemma completo.

Le immagini degli emblemi sono visibili alla seguente pagina: http://www.armorial-register.com/arms-us/international-hd-arms.html

Per questa occasione il Registro Araldico Italiano terrà un'estrazione eccezionale dell'omonimo concorso.

Italian English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Casate Italiane

Visitate il sito delle Casate Italiane

Registrazioni

Compilate il modulo per registrare il vostro emblema

Guida araldica

La guida a tutti gli emblemi registrabili sul registro

Lo studio

Visitate il sito dello Studio Araldico Pasquini

Pubblicazione cartacea

Pubblicata la I Edizione cartacea del RAI